Come ogni giovedì ritorna la vostra rubrica “pensieri liberi”, dove i protagonisti siete voi e le vostre storie! Oggi siamo qui con il secondo appuntamento; è il turno di Vittoria Farnesi, ci scrive cosa significa far parte di una squadra, gioie e dolori, impegno e sacrifici, ma soprattutto condivisione, unione ed appartenenza. 💪🏻💙😎🏀

“A volte capita.
Capita di perdere una palla, di fare quel fallo di troppo, capita di tirare e sbagliare…pur essendoti allenata giorni e giorni per quel tipo di tiro; a volte capita anche di non leggere il gioco delle avversarie e fare scelte sbagliate, capita di toccare la linea di fondo per recuperare un pallone…Eppure nonostante le milioni di variabili a cui questo gioco ci sottopone, siamo rimaste insieme, fino alla fine, fino all’ultimo secondo.
Tutto questo mette a fuoco l’essere squadra, un gruppo di persone che interagiscono tra di loro per il raggiungimento di una meta.
La squadra è fatta di giocatrici, che passando oltre alle capacità personali cestistiche, riescono a capirsi con un semplice cenno, sguardo.
A volte capita anche di perdere quella partita, quella su cui ci eravamo preparate un intero anno, andando sempre a tutti gli allenamenti ed impegnandosi al massimo.
La partita che ci ha visto battute per la prima volta nella stagione, partita in cui abbiamo dato il massimo dalla prima all’ultima, combattuto fino alla fine…Ma tutto ciò non è bastato. Questo ci servirà da lezione.
Vorrei ringraziare tutte le mie compagne di squadra…macché, compagne di vita; quelle con le quali ho riso, pianto, urlato e vissuto emozioni uniche e straordinariamente belle. Le ringrazio per avermi sempre spronato a fare del mio meglio ed aver oltrepassato gli ostacoli tutte per mano.
Seppur sconfitte, siamo una grandiosa squadra, capace di far emozionare anche l’ultimo spettatore seduto sulla gradinata più alta, sono fiera di noi e tutto quello che abbiamo fatto…So che saremo pronte a fare del meglio.
Vi voglio tanto bene ❤”

Lascia un commento